IL NOSTRO NUOVO LIBRO
ALLOGGIO
Accommodations
Home
Orchidee
Schede
Dove siamo
Libro
Escursione
NovitÓ/News
Articoli
Gemellaggi
CuriositÓ
Avvenimenti
Apo 2009
Apo 2012
Apo 2016
INTERVISTA 2017
INTERVISTA
ARTICOLO "CORRIERE DELLA SERA" APRILE 20
THAT'S GARGANO
Gargano Parco
Gargano Parco 2
PleinAir
Corriere del Mezzogiorno
Gazzetta del Mezzogiorno
SPECIALE QUI TOURING LUGLIO 2009
IBRIDI DEDICATI
RECENSIONE
ARTICOLO 27 LUGLIO 2014

INTERVISTA SU

Sentieri delle orchidee, il privilegio di Mattinata

 

 

Un vero e proprio percorso botanico, esclusivo del piccolo comune pugliese, regala al Parco del Gargano un bel primato: 92 specie di orchidee spontanee, alcune uniche

Che l’Italia sia ricca di paesaggi naturali e angoli di natura incontaminata è un dato di fatto. Ma Earth Day Italia ha un debole per i paradisi vegetali meno conosciuti, quelli che ancora mantengono intatto il raro silenzio di luogo poco affollato. E così abbiamo scoperto un paradiso vegetale nel Parco Nazionale del Gargano.  Si legge sul sito del Comune che dal centro di Mattinata, seguendo le indicazioni per Monte Sacro, dopo qualche km si raggiunge l’ingresso del sentiero. L’accesso è libero, ma è possibile usufruire di una guida specializzata che, durante la mezza giornata necessaria alla visita, potrà illustrare le varietà più rare. Intanto ecco cosa ha raccontato Angela Rossini, studiosa delle orchidee e autrice un bel libro guida fotografica.

Sentieri delle Orchidee nel Parco Nazionale del Gargano, un esempio di buona valorizzazione del territorio?
"Studiosi , botanici  e appassionati di natura vengo nel Gargano per conoscere e fotografare questi straordinari fiori, unici per la loro bellezza cromatica, per la loro forma , per i loro profumi. Un patrimonio che rende il nostro territorio di grande valenza naturalistica".

Quanti paradisi vegetali simili esistono in Italia?
"Il Gargano gode di un primato in quanto a specie di orchidee; un unicum seguito dalla regione Toscana e dalla Emilia Romagna . Molte specie di orchidee sono endemiche, tipiche del nostro territorio, fiori che fioriscono solo qui, fiori rari e preziosi. Le specie di orchidee presenti nel nostro territorio sono ben 92, una varietà e una densità che  ci porta con  l'immaginario verso paesi  tropicali dove la natura incontaminata non ha ancora svelato completamente i suoi  segreti, un patrimonio naturalistico che la natura rinnova ogni primavera, un laboratorio botanico a cielo aperto che ci invidiano da ogni parte del mondo" .

Che cosa rende il Gargano una location ideale per la proliferazione delle orchidee?
"La straordinaria presenza di orchidee nel nostro territorio è dovuta al fatto che il Gargano  ha una diversità di ambienti ancora non antropizzati , pascoli, boschi, foreste. Inoltre, la fioritura di tante orchidee è una dimostrazione di un buon stato di salute del nostro habitat perché le orchidee per sopravvivere hanno bisogno di insetti impollinatori. Se viene meno l'insetto l'orchidea è destinata a scomparire".

Estirpare le orchidee e i loro bulbi è una pratica scellerata e assolutamente da evitare?
"Le orchidee non vanno raccolte non vanno estirpate perché possono rifiorire solo nel loro ambiente naturale proprio perché, oltre al loro insetto impollinatore, hanno bisogno di un terreno particolare.  Per questo è impensabile pensare di piantarle nel giardino di casa. Bisogna ammirarle nel loro ambiente naturale".

In cosa consiste il suo lavoro in qualità di esperta di orchidee?
"Sono un'insegnante, mi piace la natura, mi dedico da anni alla ricerca delle orchidee spontanee ed altri fiori spontanei. Ho pubblicato un libro sulle “Orchidee spontanee del Gargano”, frutto di ricerche in campo. Tutto ciò ha contribuito alla valorizzazione del nostro territorio,  patrimonio ancora poco conosciuto che anche le amministrazioni si adoperano a promuovere e che però, in questi ultimi anni, è stato oggetto di un’attenzione crescente".

 

 

 

Copyright © Angela Rossini & Giovanni Quitadamo. Tutti i diritti riservati.design & programming by webby3